Lunedì 23 Aprile 2018 - 07:44
Prober

Pro.B.E.R. è l’Associazione dei Produttori Biologici e Biodinamici riconosciuta dalla Regione Emilia Romagna in base alla legge regionale sull’agricoltura biologica approvata dal Consiglio Regionale nel 1997. L’Emilia Romagna, infatti, è fra le poche Regioni italiane che da anni ha una propria legge per promuovere e regolamentare il biologico nell’ambito delle politiche e dei regolamenti dell’Unione Europea. Pro.B.E.R. associa oltre 3.000 agricoltori e trasformatori biologici e biodinamici che operano in conformità al Reg. CEE n. 2092/91 e alle norme nazionali e regionali sull’agricoltura biologica.


I soci di Pro.B.E.R. sono presenti su tutto il territorio dell’Emilia Romagna e sono fra i principali produttori e distributori italiani ed europei di ortofrutta fresca e trasformata, cereali e derivati, latte, formaggi tipici (Parmigiano Reggiano), vino, carne e uova.

Gli obiettivi dell’Associazione sono di valorizzare il prodotto e il metodo dell’agricoltura biologica e biodinamica, attraverso i servizi alle aziende associate, la ricerca e sperimentazione e la promozione.

Gli scopi delle attività di Pro.B.E.R. sono quindi quelli di:
  • rappresentare gli interessi degli operatori del comparto biologico regionale anche a livello nazionale ed internazionale
  • promuovere e coordinare i servizi di assistenza tecnica alle aziende biologiche in base a progetti territoriali e di filiera
  • promuovere e coordinare le iniziative di promozione dei prodotti biologici e biodinamici regionali
  • coordinare attività di formazione professionale riguardanti il metodo biologico in collaborazione con Enti accreditati vpromuovere e coordinare la ricerca, sperimentazione, dimostrazione e l’informazione riguardanti l’agricoltura biologica e biodinamica
I soci partecipano alle attività dell’associazione attraverso Sezioni soci a base cooperativa o associativa che organizzano e gestiscono i servizi ai soci, la commercializzazione e la promozione dei prodotti. Fra queste le principali e storiche associazioni del biologico italiano come AIAB e TERRA SANA e le cooperative di produttori leader nel mercato italiano ed europeo come TERREMERSE, APOFRUIT (Consorzio ALMAVERDE BIO), APO CONERPO (ALEGRA e NATURITALIA), PROGEO (Farine di Ganaceto), BIOAPPENNINO, CIA E.R, CONFAGRICOLTURA E.R., APAB Piacenza, CONAPI-Mediterrabio, Consorzio Val Bidente e Val di Rabbi.

I servizi di assistenza tecnica che Pro.B.E.R. offre alle aziende associate sono ormai una realtà consolidata, tant’è che per il 2003 è stato messo a punto un progetto che ha interessato tutto il territorio regionale per oltre 30.000 ettari di colture, quasi un terzo dell’intera superficie a biologico dell’Emilia Romagna, oltre ad alcune centinaia di allevamenti fra i più importanti a livello regionale e nazionale. I tecnici che lavorano per l’associazione supportano le aziende nelle scelte necessarie per adeguare l’organizzazione aziendale, i piani colturali e le strutture alle specifiche del metodo biologico. Si occupano anche di assistere gli agricoltori biologici nella gestione degli adempimenti previsti dalla normativa vigente, nella scelta e nel reperire sementi e mezzi tecnici idonei e nei rapporti con gli Organismi di controllo. Per alcune produzioni, come il formaggio Parmigiano Reggiano, l’assistenza tecnica mette in relazione la produzione vegetale e gli allevamenti in un determinato comprensorio, anche attraverso l’organizzazione della produzione di mangimi e lo smaltimento delle deiezioni.

Pro.B.E.R. collabora con gli Enti che si occupano di ricerca e sperimentazione sulle produzioni animali e vegetali in Emilia Romagna, organizzando la domanda di ricerca della propria base sociale attraverso gruppi di lavoro tematici che esprimono le priorità per il settore biologico regionale. Con il proprio ufficio tecnico l’associazione collabora alla stesura dei progetti finanziati dalla Regione Emilia Romagna, alla loro realizzazione e alla diffusione dei risultati presso le aziende associate. Per il 2003 sono stati attivati progetti che hanno interessato la conversione delle produzioni animali, la gestione del sistema frutteto con metodo biologico, le soluzioni alternative all’impiego del rame per la difesa delle piante, le strategie e le tecniche per la lotta alle principali avversità delle colture, le tecniche di coltivazione dei cereali, degli ortaggi e delle leguminose.

L’Associazione realizza per conto della Regione Emilia Romagna azioni di coordinamento e a carattere informativo relativamente agli aspetti tecnici, normativi e di mercato delle produzioni biologiche regionali. Pro.B.E.R. realizza un bollettino informativo internet a cadenza settimanale con oltre 900 abbonati, oltre a riunioni e seminari periodici per tecnici e operatori del settore. Per conto della regione Emilia Romagna Pro.B.E.R. sta inoltre realizzando un sistema informatico ( Archibio) che consentirà di mettere in rete i dati di tutti gli operatori biologici dell’Emilia Romagna.

Anche la promozione del metodo e dei prodotti biologici è fra le attività principali di Pro.B.E.R., potendo contare su di un contributo della Regione Emilia Romagna ai programmi messi in atto dall’associazione e dalle Sezioni soci. La presenza alle fiere più importanti anche in ambito internazionale, convegni, materiale e azioni promozionali fatte sulle principali produzioni presenti in Emilia Romagna hanno comportato nel 2003 una spesa complessiva di oltre 750.000 euro, interamente anticipata dai soci.

In base alle competenze attribuite a Pro.B.E.R. dalla L.R. 28/97 l’Associazione è attiva anche nell’ambito della ristorazione collettiva. Nel 2003 è stata realizzata un’apposita indagine sull’organizzazione dei servizi di ristorazione che ha interessato tutti i Comuni dell’Emilia Romagna i cui risultati sono stati presentati in un convegno realizzato in collaborazione con l’Assessorato Regionale ad aprile 2003. Nel Luglio 2003 ha preso avvio un’iniziativa per la costituzione di un “Tavolo Interprofessionale” tra gli operatori del settore, rappresentati da Pro.B.E.R. e le ditte di ristorazione maggiormente presenti sul territorio regionale. Nel 2004, per conto della Regione Emilia Romagna, l’Associazione ha attivato uno Sportello Informativo circa le produzioni biologiche relativamente al loro impiego nella ristorazione pubblica come da Lr 29/02.

Pro.B.E.R. è associata a IFOAM, l’organizzazione mondiale dell’agricoltura biologica, e partecipa ad iniziative in ambito europeo per la rappresentanza degli interessi dei produttori biologici e biodinamici.